Allergika alle minkiate. Aiuto, ho fatto una cazzata!

AIUTO! dovrei dire Aiuto, Babbo Natale mi ha rapito ma purtroppo non è di questo che si tratta. Aiuto perché ho fatto una cazzata galattica e adesso sto decidendo su come rimediare, a dire il vero sto decidendo se rimediare oppure no! e tutti quanti si chiederanno di cosa si tratta? è così grave? avrà ripercussioni per l’intera razza umana? magari per l’intera galassia? cambierà il destino del mondo? tranquilli, niente di tutto questo. Avrà ripercussioni? sì, ma solo su di me e, precisamente, sulla mia immagine anzi penso proprio che alla maggior parte della razza umana interessi ben poco di quello che ho combinato… ricordate che sono allergika alle  minkiate? bene questo non mi esenta dal farne ogni tanto.

disperata

Comunque ora basta tergiversare, tanto vale che confessi la mia minkiata, o meglio le mie minkiate, perché le minkiate sono come il domino, basta toccare un tassello che la reazione a catena infinita è assicurata, per cui ora vi elencherò in ordine le minkiate che mi hanno portato a urlare: aiuto, ho fatto una cazzata!

Prima minkiata: ho avuto un’idea che all’inizio mi sembrava geniale, quella di rifare il colore dei capelli. Badate bene, non ho detto cambiare il colore ma rifare il colore. Purtroppo non posso più mantenere questo tremendo segreto: ho i capelli bianchi e ormai il mio castano rossiccio originale è quasi un lontano ricordo, sigh!

Seconda minkiata: ho deciso di farmi il colore in casa, perché io sono davvero un genio del male quando mi ci metto, così mi sono procurata tutto l’occorrente per coprire i miei nemici giurati (i capelli bianchi) con un bel rosso tiziano, ho detto: ma sì, adesso mi faccio davvero rossa, ma rossa rossa, non solo i riflessi.

Terza minkiata: ho cercato di comprendere le istruzioni per applicare il colore, ci ho impiegato circa tre ore, più quasi due ore per applicarlo in testa (in stile perfetta imbranata) e più o meno cinque ore per ripulire il bagno che era diventato impraticabile (stile film di fantascienza con scenario apocalittico post atomico).

Quarta minkiata: durante il tempo di posa ho pensato, ma non ho pensato a cose normali, tipo cosa fare per cena, magari chiamo la mia amica per fare quattro chiacchiere o mi metto a leggere qualcosa… no, ho pensato bene di mettermi a scrivere e, indovinate un po’? mi sono seduta davanti al computer senza preoccuparmi di guardare l’ora in cui avevo applicato il colore, dopo un tempo che non saprei quantificare ho avuto un’illuminazione. avete presente quando vi svegliate di scatto con la sensazione che sia tardissimo o che non avete sentito la sveglia suonare? ecco una cosa simile, conseguenza della mia disattenzione è stata la quinta minkiata!

Quinta minkiata: cioè l’effetto sorpresa che mi ha colpito una volta eliminato il colore. Avrei dovuto avere una bella chioma rossa, un rosso tiziano ma, mi sarei accontentata anche di un rosso più scuro o più chiaro, piuttosto anche un rosso carota ma la mia testa, quando mi sono guardata nello specchio, non era per niente rossa, di nessuna tonalità di rosso… la mia sorpresa è stata tale che ho urlato: aiuto, sono diventata bionda (peraltro senza nemmeno volerlo veramente!).

imbarazzante

Morale della mia favola è: mai farsi il colore in casa se non avete almeno un minimo di esperienza come parrucchiera o, quanto meno, se siete inguaribilmente distratte come me. Comunque, in ultima analisi, sto decidendo se tornare rossa (almeno manterrei fede al nome che mi sono scelta, anche perché cambiarlo ora in Adele Blond non mi sembra un’idea brillantissima, eviterei di aggiungere la sesta minkiata) ma di una cosa sono certa: stavolta mi fiondo direttamente in un negozio di parrucchiera, a scanso di equivoci.


christmas-2994572_1920

Meno 9 giorni all’arrivo del mio prossimo libro, natalizio ma neanche tanto: Aiuto, Babbo Natale mi ha rapito.


SINOSSI

E se Babbo Natale esistesse davvero? e se non fosse il dolce vecchietto che tutti pensano, ma un sexy schianto? magari pronto a farvi vivere un Natale decisamente piccante?
Babbo Natale esiste. Questa è l’unica certezza che ha Faith Snow, giornalista di New York che, finalmente, dopo anni di stupidi e poco importanti articoletti per la testata per cui lavora, si ritrova per le mani una notizia bomba: non solo Babbo Natale esiste e lei ha scoperto il suo laboratorio al Polo Nord, ma anche il segreto che nessuno è mai riuscito a svelare: come riesce Babbo Natale a consegnare regali in tutto il mondo in una sola notte.
E come può una giornalista che punta alla prima pagina farsi scappare una simile opportunità? non può assolutamente perdere l’occasione.
Così, nonostante il fermo divieto del suo capo, decide di intraprendere le sue personali ricerche per raccogliere prove e scrivere la sua storia. Ma il piano che ha studiato non va per il verso giusto e lei si ritrova, senza volerlo, in viaggio per una destinazione sconosciuta in Polo Nord dove scoprirà un’inaspettata verità su una delle figure più amate da grandi e piccini, sul dolce vecchietto dalla barba bianca che ogni notte della vigilia vola per l’intero globo a portare doni ai bimbi che lo attendono pieni di speranza e di fiducia anche se, in realtà, nessuno di loro lo ha mai visto veramente.
Faith si ritroverà prigioniera di un mondo incantato, popolato da elfi e magia, dove scoprirà che Babbo Natale non ha decisamente l’aspetto che la pubblicità ci ha sempre propinato e, come se non bastasse, che Babbo Natale è molto, ma molto più umano di quanto si possa immaginare.

Pubblicato da Adele Ross writer

Writing Coach, Scrittrice e Gostwriter…. sono una scrittrice tra il serio e il faceto 📚. Scrivo libri tra il #romance💋 e lo #humor😂 (ma anche altro, a volte)… scrivo per amore, scrivo d’amore ma prevalentemente vivo. L’ironia mi ha salvato la vita anche se a volte litighiamo. Per i miei servizi editoriali, writing coaching e corsi di scrittura visitare il sito: https://lostudiodiadele.wordpress.com/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: